SETTEMBRE - LE NEWS

 

SETT18 1

 RIPARTE DA PRAGA E VARSAVIA IL VALPOLICELLA 50 ANNIVERSARY TOUR. NELLA CAPITALE CECA ANCHE LA PRIMA LEZIONE CONDOTTA DA UN VALPOLICELLA WINE SPECIALIST

Il 20 e il 26 settembre il Consorzio Valpolicella farà tappa in due delle principali capitali dell’est-Europa, prima a Praga e poi a Varsavia, per raccontare il territorio e i vini della Valpolicella ad un pubblico di rilievo tra masterclass ed eventi istituzionali. “Quella dell’Est Europa è una delle aree con maggior tasso di crescita della domanda di vino nel mondo e per molti versi meno problematica rispetto ai mercati asiatici - spiega Olga Bussinello, direttore del Consorzio Vini Valpolicella.

PRAGA - 20 settembre 2018

Il Consorzio Valpolicella vola in Repubblica Ceca dove il 20 settembre si svolgerà una masterclass nelle affascinanti sale del Ristorante Parnas, nel cuore della capitale. A condurla, sarà per la prima volta in qualità di Valpolicella Wine Specialist,  Michal Šetka, fondatore del magazine ceco WINE & Degustation. A seguire nella stessa location si terrà un incontro istituzionale con importanti esponenti VIP trade e media.

Le aziende partecipanti a Praga: Ca' la Bionda; Corte Sant'Alda; Paolo Cottini; Domini Veneti; Fattori; San Rustico; Terre di Leone; Villa Morago; Villa San Carlo; Villabella.

VARSAVIA - 26 settembre 2018

A fine mese sarà la volta della Polonia, un altro paese dove l’interesse dei consumatori verso i vini della Valpolicella è in costante aumento. La masterclass, dedicata a professionisti del settore vino, si terrà presso Le Regina Hotel in collaborazione con il caporedattore di Winicjatywa.pl & Polish Wine Guide, Wojciech Bońkowski. Seguirà sul format di Praga un incontro istituzionale presso il Concept13. 

Le aziende partecipanti a Varsavia: Bottega; Ca' la Bionda; Corte Sant'Alda; Domini Veneti; Fattori; San Rustico; Terre di Leone; Villa Morago; Villa San Carlo; Villabella.

 

SETT18 2

VALPOLITECH AL DEBUTTO A SANT’AMBROGIO DI VALPOLICELLA DAL 20 AL 21 OTTOBRE 2018

La fiera espositiva organizzata dal Consorzio Valpolicella sull’innovazione tecnologica che guarda alla sostenibilità ambientale, economica e sociale delle aziende vitivinicole.

Nell’ambito delle proprie iniziative a favore della vitivinicoltura sostenibile e dell’economia circolare, il Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella organizzerà per i giorni 20 e 21 ottobre 2018 la prima edizione di “VALPOLITECH”, un focus sull’innovazione tecnologica in viticoltura ed enologia dedicato a tutte le aziende vitivinicole della Valpolicella ma anche a quelle delle regioni limitrofe, e in generale a tutto il pubblico interessato e ai professionisti del settore.

La manifestazione, che verrà ripetuta annualmente grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella, ospiterà l’esposizione di ditte operanti nel settore delle macchine agricole (con particolare attenzione a quelle volte a pratiche sostenibili come la gestione meccanica dell’erba sulla fila, la raccolta e la rivalorizzazione del legno di potatura e gli atomizzatori a recupero), ma anche prodotti e tecnologie per l’enologia, droni, nuovi sistemi gestionali, energie alternative e tutto ciò che rappresenti innovazione nel settore vitienologico.

La rassegna, ad ingresso libero per i visitatori, si svolgerà presso il Padiglione coperto n. 23 dell’ex quartiere fieristico di Sant’Ambrogio di Valpolicella, vicino a Villa Brenzoni Bassani (la nuova sede del Consorzio). Sarà previsto inoltre, per gli amanti dello street food, uno spazio di ristoro, dove diversi food truck arricchiranno con le loro pietanze l’esperienza dei partecipanti. Il giorno 20 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 11.00, si terrà il convegno inaugurale al quale parteciperà il sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, Alessandra Pesce.

Il 20 e 21 ottobre sarà inoltre possibile per produttori e consulenti conoscere le novità dalla diretta voce delle aziende espositrici e partecipare a workshop tematici in collaborazione con le principali riviste di settore.

AgroNotizie del network Image Line, l’Enologo di Assoenologi, L’Informatore Agrario e Vite&Vino di Edizioni L’Informatore Agrario, VVQ e Terra e Vita di Edagricole, per l’occasione saranno media partner dell’evento, mentre Veronafiere sarà l’official partner.

 

3 appr

IL MINISTRO CENTINAIO IN VISITA

AL CONSORZIO VALPOLICELLA

Il 14 settembre il Consorzio Tutela Vini Valpolicella ha ospitato il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sen. Gian Marco Centinaio, per la sua prima visita ufficiale ad un consorzio italiano.

 “Qui in Valpolicella, con l’Amarone, siamo nella patria della qualità – ha affermato il Ministro Centinaio - e per prodotti come il vostro è necessario un cambio di passo nella promozione, come stabilito anche nel recente tavolo per l’internazionalizzazione. Mi riferisco ad esempio ai mercati emergenti. Non a caso a fine settembre sarò in Brasile con Vinitaly, mentre a novembre andrò in Cina per parlare con il Ministro dell’Agricoltura. C’è tanto da fare. Per non trovarci più a dover discutere a luglio di OCM Vino. Dobbiamo farlo in tempi utili alla programmazione, che è fondamentale. Appena arrivato in via XX settembre, ho trovato 83 decreti in attesa di essere firmati da un Ministro. Abbiamo dato subito risposte concrete al comparto su OCM e Comitato Vini. Ora stiamo lavorando sui decreti attuativi del Testo Unico che potrà essere ovviamente modificato e migliorato, ascoltando la filiera”.

 Per quanto riguarda i dazi, il Ministro Centinaio: "Ribadisco il mio no. Nel mondo abbiamo dazi sui nostri prodotti che sono talmente alti da impedirci di esportare come vorremmo. Per un Paese che vanta 41 miliardi di export di prodotti enogastronomici e potrebbe esportarne altrettanti, la lotta ai dazi è fondamentale”.

L’incontro, cui hanno partecipato i protagonisti di uno dei territori vinicoli tra i più vocati d’Italia, è stata l’occasione per fare il punto sulle dinamiche del settore e il ruolo dei Consorzi in chiave di una maggior interazione con il Mipaaft. “I consorzi – ha spiegato infatti Andrea Sartori, presidente del Consorzio - potrebbero potenziare il proprio rapporto con il Mipaaft perché sono gli avamposti dell’economia vinicola del territorio, della sua salvaguardia, dello sviluppo di filiere collegate e delle professioni del settore. Oltre ad essere uno strumento di tutela e promozione, quindi, devono acquisire un maggior peso nell’interazione strategica e operativa con il Mipaaft. Nessuno come noi è infatti in grado di monitorare i punti di forza e debolezza delle aree di competenza”.

 

SETT18 3